La lezione dell’aiuola spelacchiata

480 La lezione dell’aiuola spelacchiata 9 genn

Ho compiuto molti sbagli in giardino lo scorso anno. Ho creato due aiuole che si sono poi dimostrate disastrosamente brutte, non ho sfoltito gli iris, ho lasciato che crescessero cespugli che ora soffocano le giovani rose.

Ho preso decisioni sbagliate, come accade in tutti i frangenti della vita.

Ho sbagliato a pianificare e giudicare cosa fosse meglio per la posizione e per le piante.

Ora che ho fatto esperienza, ora che ho capito da che parte tira il vento, e quali zone sono in ombra, migliorerò il tiro e il prossimo anno eviterò questi sbagli.

Come dicono coloro che si occupano di crescita personale, non ci sono fallimenti, ma solo risultati.

Non ho ottenuto l’aiuola gialla davanti a casa perché ho sbagliato a piantare i topinambur. Inutile arrabbiarsi o sentirsi in colpa, o ancora peggio giudicarci degli incapaci. Imparando dall’esperienza, quel brutto cerchio vuoto e spelacchiato è diventato la tomba di Morgana, un cumulo di pietre che alla sommità ha una magnifica rosa Burgundy Ice.

Un risultato buono è frutto di un pensiero funzionale, che porta a prendere decisioni buone, ottenute basandosi sulle decisioni pessime che ho preso in passato, e che hanno portato al pessimo risultato di un’aiuola spelacchiata, ma al magnifico risultato di una splendida tomba….