Giardinaggio e ritrovata serenità

giardinaggio serenità2

Sono moltissimi gli artisti che si sono ispirati ai fiori e alle erbe. Anche molti scrittori hanno cercato rifugio nella natura, e non mi stupisce per nulla che adesso gli psicologi ritengano importante ritrovare l’armonia perduta con il mondo che ci circonda.

Coltivare un giardino, un orto o semplicemente qualche vaso di fiori dà una calma e una tranquillità che può essere conosciuta solamente da chi ha provato.

Moltissime persone ritengono il giardinaggio un’attività rilassante, durante la quale è possibile liberare la mente dalle preoccupazioni, lasciar fluire i pensieri ed entrare in contatto con il mondo verde.

Migliorare le condizioni psichiche delle persone attraverso la coltura delle piante è, secondo me, il tentativo di tornare a quel rapporto di armonia con la natura che ha caratterizzato i tempi passati.

giardinaggio serenità

Quando la depressione mi ha colpito duramente e sembrava che nessuna cosa potesse più risvegliare il mio interesse, la dottoressa che ha saputo letteralmente riportarmi in vita mi aveva consigliato di andare in un vivaio e di comperare delle piante, di occuparmi di loro quotidianamente, di piantare alcuni semi e osservare, giorno dopo giorno, la crescita dei germogli, di tenere le mani nella terra e di guardare a quelle piante come a individui che avevano assolutamente bisogno di me per vivere, che dipendevano da me, delle quali avevo la responsabilità e che non potevo assolutamente lasciar morire.