Come smettere di controllare la nostra mente

473 Come smettere di controllare la nostra mente 2 genn
Si chiama meta cognizione la capacità di pensare al pensiero, ovvero di riflettere sul nostro pensiero come fosse un oggetto. Per molti è una sega mentale e nulla più, invece trovo sia utile per smettere di controllare la nostra mente.

È una forte tentazione, quella di tenere sotto controllo i pensieri negativi, sostituendoli con altri positivi, al fine di stare meglio. Ma è impossibile riuscirci appieno. E lo sforzo, lo stress che si crea tentando di “convertire” un pensiero negativo in uno positivo è immane e non vale il gioco.

Identificare pensieri di tristezza, di malinconia, di rabbia senza incasellarli e cestinarli, ma anzi, lasciarli scorrere e compiere il loro corso è un esercizio utile per evitare ristagni nella mente.

Dopo la morte di mia madre ho cercato in tutti i modi di buttarmi nel lavoro per scacciare i pensieri di sofferenza e solitudine, finendo per allungare irrimediabilmente i tempi di elaborazione della sua perdita.

Ora, con la scomparsa di Morgana, mi sono data il permesso di soffrire, mi lascio sopraffare da ondate di tristezza, da momenti di acuta malinconia, dal vuoto assordante della sua assenza. E giorno dopo giorno, il dolore si attenua, come nebbia che vaga a banchi.

Con la primavera, fioriranno le rose sulla sua tomba, e la serenità sarà di nuovo la mia casa.

Posted in: